ZTL 3 Zoom Tavolo delle Libertà Il Tema: Note e dibattito sulla Lettera Aperta al Presidente della Repubblica. Azioni operative da proporsi per fare pressioni sul Governo.

ZTL 3
Zoom Tavolo delle Libertà

Il Tema: Note e dibattito sulla Lettera Aperta al Presidente della Repubblica. Azioni operative da proporsi per fare pressioni sul Governo.

11 Oratori al Terzo ZTL
1. Paolo Maddalena
2. Ivano Spano
3. Salvatore Rainó
4. Antonino Galloni
5. Ennio La Malfa
6. Massimo Montinari
7. Andrea Libero Gioia
8. Fabrizio Azzolini
9. Antonio Pulcini
10. Maria Luisa Rossi
11. Eleonora Brigliadori

Moderatore:
Maurizio Sarlo

La stato di “Guerra” dichiarato dal “Mondo che conta”? alla maggioranza delle popolazioni del nostro Pianeta, si sta dichiarando sempre di più come perfido, ma anche estremamente mirato.

In questa direzione va anche la dichiarazione che il Presidente del Consiglio Conte, ha fatto alla Nazione questo pomeriggio: 400 milioni di euro “indirizzati ai Comuni, per far fronte alla scarsità di cibo”!
Facciamo i conti: 400mln: 8.000 Comuni = 50mila euro a testa. Da dividere per imprese, dipendenti e pensionati?
Questi sarebbero gli aiuti?

Questi aiuti diventeranno palliativi e genereranno rabbia e e disordini. E i disordini finiranno presto in spaccate verso vetrate varie di Banche e Supermercati.
A fronte di ciò, il Governo emetterà ulteriori Decreti di restrizioni delle libertà individuali.

Quanto sopra è la prima analisi emersa dallo ZTL.

Il resto del tempo è stato quello di cercare un minimo comune denominatore, per poter cambiare il corso drammatico di cui sopra.

Ognuno degli importanti Oratori ha indicato una sua ricetta. Chi vorrà guardarsi il video lo scoprirà.

Qui sintetizzo le iniziative più significative:
Paolo Maddalena:
– puntare a far rispettare la Costituzione Italiana, la ConvenzIone di Vienna e, pur senza volare il famigerato Trattato di Lisbona, stampare subito e senza indugio una Stato Nota a corso legale emessa a credito, per un “Diritto di Cittadinanza” che rimetta in sicurezza Persone Fisiche e Giuridiche.

Ivano Spano:
– Far comprendere quanto sia complicato comporre una Lettera Aperta indirizzata al Presidente della Repubblica; che risulti istituzionale, ficcante e credibile. Anche interagendo con numerose Personalità del Mondo Culturale e Scientifico Internazionale; con le quali si sta costruendo la “Carta della Terra”. Si completerà nel più tempo breve possibile.

Salvatore Rainó
– un forte monito al Mondo Medico e scientifico affinché la finiscano di trattare una epidemia stagionale come una Pandemia

Antonino Galloni
– puntare senza indugio ad emettere a credito una Stato Nota a corso legale. Dare ascolto ad altre misure porterà l’Italia nel baratro

Ennio La Malfa (fondatore di Accademia Kronos)
– unirsi alla Comunità Scientifica messa insieme in tutto il Mondo e promuovere azioni nel rispetto di Madre Natura.
– unirsi ai Paesi fuori dal Patto Atlantico che sarebbero ben felici di accogliere l’Italia.

Massimo Montinari
– l’urgenza di adottare misure di sostegno alle famiglie ed al personale sanitario.
– Abbandonare la pratica che vuole le visite a distanza.

Andrea Libero Gioia
– forte grido di protesta civile lanciato contro il Governo. Esortazione a lanciare iniziative di denuncia avverso il Governo e gli Ordini Professionali dei Medici e degli Avvocati.

Fabrizio Azzolini
– istituzione da parte di ConSi di un “fondo di Prossimità” per cercare di aiutare chi è in difficoltà.
– Lancio di iniziative da grande Gruppo di Acquisto

Avvocato Antonio Pulcini
– fare di tutto per stare accanto alle persone che soffrono, senza dimenticare i tanti professionisti che sono anch’essi fermi.

Avvocato Maria Luisa Rossi
– coordinamento con i Legali di tutta Italia, per stilare una denuncia circostanziata, che punti a fermare ogni debito, appellandosi all’Art. 1256 del Codice Civile.
– Trovare accordi di scambio commerciale con Paesi come Grecia e Spagna.

Eleonora Brigliadori
– avvicinarsi alle frequenze di Madre Natura e praticare le teorie Steineriane.
– Effettuare passeggiate in direzione di fontanelle di acqua potabile, raccogliendo ampolle da riportare al proprio domicilio.

il sottoscritto ha infine ribadito la necessità di produrre, prima possibile, la Lettera Aperta da indirizzare al Presidente della Repubblica Italiana .

Inoltre ho ribadito che domani, domenica 29/03/2020, alle ore 11:00, uscirò da casa con la dovuta autocertificazione e mi recherò alla prima edicola, mantenendo le distanze da persone che mi precedano, in una sorta di “Cammino per la Libertà”. Porterò con me un nastro azzurro e una candela da depositare (spenta), davanti ad una Chiesa o un Capitello che incontrerò durante il tragitto.
Ripeterò questo gesto ogni giorno alle ore 11:00.

Ribadisco anche che, andando in Edicola, non si infrange alcuna misura restrittiva facente capo al Decreto Ministeriale.

Il momento è davvero terribile. Non abbiate paura.

Maurizio Sarlo
#IOSEGUOPVU

P.S mi dicono adesso, che il solito pusillanime e vigliacco magistrale detrattore, che si nasconde dietro il fake “Alberto Farlo”, stia facendo post i tutte le direzioni, denunciando che io non abbia il coraggio di uscire domani! E immaginando che ciò possa farmi oscurare da Facebook. Povero venduto ai poteri forti per trenta denari! Mi fai proprio pietà: la tragedia che la Masse vivono sono proprio frutto di vigliacchi e pusillanimi come lui.

ZTL 3 Zoom Tavolo delle Libertà Il Tema: Note e dibattito sulla Lettera Aperta al Presidente della Repubblica. Azioni operative da proporsi per fare pressioni sul Governo.

Condividi questo articolo su:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su