Effetto Gregge? Trattati come pecore senza cervello! Quando ci sveglieremo sarà sempre troppo tardi!

, Effetto Gregge? Trattati come pecore senza cervello! Quando ci sveglieremo sarà sempre troppo tardi!, COEMM

Effetto Gregge?
Trattati come pecore senza cervello! Quando ci sveglieremo sarà sempre troppo tardi!
Il vero virus appestante é il politichese! Sia di quelli al governo che di quei vigliacchi dell’Opposizione che siedono nei vari Parlamenti Europei e Mondiali che non denunciano la vera verità su questo golpe mondiale. Golpe ordito dai soliti Burattinai della stanza dei bottoni, i quali hanno provocato questo pandemonio per nascondere il vero fallito virus del turbo capitalismo!

Ora si iniziano a scoprire i molti sporchi altarini che ci stanno dietro a misure da veri e propri psichiatri del male:
– mascherine inutili
– vaccini con il coronavirus interno che tanto male hanno fatto a chi aveva patologie pregresse
– tamponi con il coronavirus inserito. Peraltro finanziati da società interessate allo scoppio delle crisi pilotata fin dalla firma Lorenzin del 29 settembre 2014 e con i BOND Pandemici.
– Un politichese corroso dalla voglia di stare al potere ma incapace di poter fare del bene.

Noi del Programma Mondo Migliore (PMM), continuiamo ad essere coerenti con ciò che abbiamo detto in ogni conferenza.

Stiamo lavorando per portare esempi piccoli e grandi, che devono portare al cambio di paradigma economico, sociale e finanziario ed alla fase di un Nuovo Umanesimo: dove l’emissione del denaro avvenga a credito (per infrastrutture e servizi strategici) e non a debito.

Un Nuovo Umanesimo, che parta dalla migliore italianità e coinvolga poi il resto del Mondo! Solo la migliore Italia può compiere questo passo.

Noi lo dimostriamo: a chi segue da tempo il PMM e lo dimostreremo sempre più a tutti.

Vogliamo il Paradiso in Terra!
Oggi, si deve e si può!

Maurizio Sarlo
Segretario Politico Nazionale
Partito Valore Umano

#IOSEGUOPVU

Effetto Gregge? Trattati come pecore senza cervello! Quando ci sveglieremo sarà sempre troppo tardi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su