Post del Fondatore

Nella vignetta allegata… vedo idealmente la nostra grande e simpatica Maura Luperto 😂 …
E rido per non piangere, per i tanti drammi che vedo in questa meravigliosa ma bistrattata Italia 😢

La vignetta allegata mi da lo spunto per ribadire alcune riflessioni: “chiunque vuol bene al Mondo, dovrebbe far sue le riflessioni del Progetto COEMM, e trasferirle ai propri amici e conoscenti”! Non cisono bacchette magiche, ma i miracoli si possono realizzare quando una Massa Critica diventa “l’uno positivo, nel resto del novantanove”!

Da tempo, abbiamo già spiegato quanto Noi si sia già vinto su tanti “fronti”, andando a dimostrare che, il grande valore del nostro contenuto progettuale, è il cambio di paradigma economico/sociale che esso propone democraticamente: attuabile è possibilissimo.

Basterebbe partire dalla Moneta Complementare di Stato, accompagnando ciò, però, con un programma etico e di equilibrio, fra i costi e i benefici, che una collettività deve sapersi dare, attraverso la “buona politica”! Altrimenti, sarà sempre più crisi per tanti, troppi!

Noi, il suddetto cambio di paradigma, lo abbiamo dimostrato largamente, portando alla luce tante iniziative già reali (espansione sensoriale, per vedere oltre la classica vista; lettura 3D, per studiare libri di 500 pagine con la sola registrazione visiva e mentale, e in pochissimo tempo; nuova medicina quantistica, per prevenire piuttosto che curare; Etc Etc) ma, soprattutto, indicando la “via politico/programmatica” per il cambio di paradigma economico e sociale per tutta la Comunità Italiana (affinché diventi esempio pilota per il resto del Mondo).

Eh si! E andremo a dimostrare, presto, anche quella “voce epocale” del nostro Progetto COEMM, legata alla Carta Servizi -emessa a credito -, che nessuno al Mondo ha mai realizzato fino ad oggi.

Per quest’ultima, però, che tanto semplice da attuare non può essere, abbiamo sempre detto che – per fare prima possibile – sarebbe servito: MINIMO UN CLEMM (allineato alle regole del Progetto) – CON 11 PERSONE – in tutti i Comuni Italiani.

Così facendo, per un periodo consono (almeno un annetto), avremmo convinto alcuni investitori dei Mercati Internazionali ad investire sul nostro Progetto COEMM (e su quello che esso rappresenta in termini di ingegneria economico/sociale/finanziaria).

La suddetta capacità numerica, Invece, non c’è mai stata! Soprattutto per le vigliacche menzogne, costruire ad arte da alcuni forti lobbisti Italiani, distribuite in prima serata TV e attraverso la “ciarliera piazza web” (menzogne che ben si diffondono nell’immaginario comune, soprattutto quando c’è scarsa conoscenza di ciò che si vuol disquisire seriamente).

Se non ci fossero stati questi veementi attacchi, molta brava Gente si sarebbe avvicinata al Progetto COEMM molto prima. E, molti degli aderenti che poco hanno preso a studiare del Progetto COEMM, avrebbero altresì preso ad approfondirlo sempre più (invece che prendere lucciole per lanterne).

Tempo e pazienza, recita un buon proverbio!

Quel tempo e quella pazienza che il sottoscritto (con al fianco alcuni dei suoi validi amici, anche di altissima scuola economico-finanziaria) ha saputo investire, per giungere a meta su ogni obiettivo!

Ripeto (giova): malgrado non si sia MAI RAGGIUNTO IL NUMERO DI MASSA CRITICA, abbiamo avuta la capacità di convincere ugualmente alcuni degli Investitori.

Ora, prima di evidenziare anche la Carta Servizi, ci rimangono solo da mettere a punto due semplici cose:
1. la prima è portare la Piattaforma ItaliaSeiTop ad un regime di efficienza. Già dai primi di settembre prossimo, si potranno inserire gli Imprenditori che fanno Impresa (industriali, artigiani, commercianti) e accettare il Regolamento che permetterà ai Referenti Regionali, Provinciali e Comunali (questi ultimi solo dopo periodo formativo ad hoc) di avere ogni informazione sugli Aderenti al Progetto COEMM (creando sempre più base sinergica su cui poggiare appena parte la Carta Servizi);
2. La seconda è quella di definire gli ultimi dettagli con i Partner Finanziari esterni, facendo in modo che uno di loro vada a “mettere la propria credibilità” verso chiunque! Ed in particolare affinché la messa in opera del Progetto complessivo possa affrontare i Mercati Internazionali (Istituzionali e Privati).

In queste poche settimane (massimo possono diventare due mesi) che ci dividono dal mettere “tutto a registro”, dando evidenza anche dell’epocale Carta Servizi, chi sta con il Progetto COEMM deve dire chiaramente che c’è! Come lo fanno i 20/30.000 che non hanno mai smesso di credere!

Gli altri devono riflettere su quella partecipazione valoriale che tutti dovrebbero avere (invece che far finta di averla)! verso il Progetto COEMM.

Giunti sin qui, essendo i soliti pochi a fare le donazioni di 1 Euro al mese, ma essendo aumentate a dismisura le richieste di aiuto provenienti da tutta Italia – per Giustizia e non favorire una Persona, invece che un’altra – ci vediamo costretti a fermare le nostre donazioni verso quelle tante Persone che contavano sulla nostra donazione (per pagare bollette varie e giungere a fine mese).

A questi amici in difficoltà, vogliamo far sapere che il miglior nostro aiuto arriverà presto, sotto forma di Carta Servizi.

Nel frattempo, purtroppo, se non ci sarà una crescita di classiche donazioni, dobbiamo interrompere le nostre (che scaturiscono ancora dal dignitoso e valoriale Euro mensile).

Tale fermo sarà fino a quando non riusciremo a far partire la società deputata, credibile, di cui al suddetto punto 2. (- ma alle nostre condizioni etiche -).

Le donazioni che riceviamo, ci sono indispensabili per affrontare – fino allo Start up della Carta Servizi – le spese infrastrutturali necessarie a RIMANERE AUTONOMI IN TUTTO, E NON DIVENTARE PREDA DELLE LOGICHE ECONOMICHE E FINANZIARIE ALTRUI!

Chi vuol capire quel che scrivo, saprà approvare quel che affermo; chi invece vorrà pensare ad altro, non deve far altro che accomodarsi nel “suo alveo dorato” e dimostrarmi che il suo assunto/riflessione sia più giusto di quel che stiamo affermando noi da tre anni.

Qualcuno pensa, i fatti, che basti affidarsi a qualcuno del nostro nuovo Governo Italiano, per veder risolti molti dei suoi es altrui problemi.

Io lo spero per tutti questi “Qualcuno”, ma non posso esimermi dal criticare un “contenuto politico” di cui non vedo soluzioni diffuse. Anzi, andando avanti, come vedo nel programma del nuovo Governo Italiano, mi permetto di far notare che “vedo” solo ipocrisie e “sporcizia da ramazzare sotto il classico tappeto”!

Sarò, ovviamente, ben lieto di sbagliare questa mia ipotesi e prontissimo ad “urlare ai 4 venti” che mi ero sbagliato: anche diventando il primo umile elettore di questa nuova coalizione “grillo-verde”!

Fino ad allora, però, purtroppo, sui contenuti di chi sta al vertice di questo Governo Italiano, mi viene in mente il bel proverbio di qualche brava nonna, che recita: “…il lupo perde il pelo, ma non il vizio”!

Tommaso Moro diceva:
“”””””
Che io possa avere la forza di cambiare le cose che posso cambiare, che io possa avere la pazienza di accettare le cose che non posso cambiare, che io possa avere soprattutto l’intelligenza di saperle distinguere.”
^^^^^^^

Noi siamo fatti così!
Noi Si!

P.S. Tanto a dire che, chi sta con noi, legge poco/niente di quel che scriviamo, basti dire che c’è ancora qualcuno che invia la sua donazione tramite il
Conto Corrente Bancario chiusoci da tempo!

Per ora, l’unico conto corrente ove spedire le eventuali e gradite donazioni è il seguente:
Conto corrente Banco Posta:
Associazione C.O.E.M.M.
Conto corrente 1030269672
INBAN IT96Q 0760 1020 0000 1030269672
Causale: donazione solidale al Progetto COEMM

Maurizio Sarlo 19 agosto 2018

Post del Fondatore

Nella vignetta allegata… vedo idealmente la nostra grande e simpatica Maura Luperto 😂 …
E rido per non piangere, per i tanti drammi che vedo in questa meravigliosa ma bistrattata Italia 😢

La vignetta allegata mi da lo spunto per ribadire alcune riflessioni: “chiunque vuol bene al Mondo, dovrebbe far sue le riflessioni del Progetto COEMM, e trasferirle ai propri amici e conoscenti”! Non cisono bacchette magiche, ma i miracoli si possono realizzare quando una Massa Critica diventa “l’uno positivo, nel resto del novantanove”!

Da tempo, abbiamo già spiegato quanto Noi si sia già vinto su tanti “fronti”, andando a dimostrare che, il grande valore del nostro contenuto progettuale, è il cambio di paradigma economico/sociale che esso propone democraticamente: attuabile è possibilissimo.

Basterebbe partire dalla Moneta Complementare di Stato, accompagnando ciò, però, con un programma etico e di equilibrio, fra i costi e i benefici, che una collettività deve sapersi dare, attraverso la “buona politica”! Altrimenti, sarà sempre più crisi per tanti, troppi!

Noi, il suddetto cambio di paradigma, lo abbiamo dimostrato largamente, portando alla luce tante iniziative già reali (espansione sensoriale, per vedere oltre la classica vista; lettura 3D, per studiare libri di 500 pagine con la sola registrazione visiva e mentale, e in pochissimo tempo; nuova medicina quantistica, per prevenire piuttosto che curare; Etc Etc) ma, soprattutto, indicando la “via politico/programmatica” per il cambio di paradigma economico e sociale per tutta la Comunità Italiana (affinché diventi esempio pilota per il resto del Mondo).

Eh si! E andremo a dimostrare, presto, anche quella “voce epocale” del nostro Progetto COEMM, legata alla Carta Servizi -emessa a credito -, che nessuno al Mondo ha mai realizzato fino ad oggi.

Per quest’ultima, però, che tanto semplice da attuare non può essere, abbiamo sempre detto che – per fare prima possibile – sarebbe servito: MINIMO UN CLEMM (allineato alle regole del Progetto) – CON 11 PERSONE – in tutti i Comuni Italiani.

Così facendo, per un periodo consono (almeno un annetto), avremmo convinto alcuni investitori dei Mercati Internazionali ad investire sul nostro Progetto COEMM (e su quello che esso rappresenta in termini di ingegneria economico/sociale/finanziaria).

La suddetta capacità numerica, Invece, non c’è mai stata! Soprattutto per le vigliacche menzogne, costruire ad arte da alcuni forti lobbisti Italiani, distribuite in prima serata TV e attraverso la “ciarliera piazza web” (menzogne che ben si diffondono nell’immaginario comune, soprattutto quando c’è scarsa conoscenza di ciò che si vuol disquisire seriamente).

Se non ci fossero stati questi veementi attacchi, molta brava Gente si sarebbe avvicinata al Progetto COEMM molto prima. E, molti degli aderenti che poco hanno preso a studiare del Progetto COEMM, avrebbero altresì preso ad approfondirlo sempre più (invece che prendere lucciole per lanterne).

Tempo e pazienza, recita un buon proverbio!

Quel tempo e quella pazienza che il sottoscritto (con al fianco alcuni dei suoi validi amici, anche di altissima scuola economico-finanziaria) ha saputo investire, per giungere a meta su ogni obiettivo!

Ripeto (giova): malgrado non si sia MAI RAGGIUNTO IL NUMERO DI MASSA CRITICA, abbiamo avuta la capacità di convincere ugualmente alcuni degli Investitori.

Ora, prima di evidenziare anche la Carta Servizi, ci rimangono solo da mettere a punto due semplici cose:
1. la prima è portare la Piattaforma ItaliaSeiTop ad un regime di efficienza. Già dai primi di settembre prossimo, si potranno inserire gli Imprenditori che fanno Impresa (industriali, artigiani, commercianti) e accettare il Regolamento che permetterà ai Referenti Regionali, Provinciali e Comunali (questi ultimi solo dopo periodo formativo ad hoc) di avere ogni informazione sugli Aderenti al Progetto COEMM (creando sempre più base sinergica su cui poggiare appena parte la Carta Servizi);
2. La seconda è quella di definire gli ultimi dettagli con i Partner Finanziari esterni, facendo in modo che uno di loro vada a “mettere la propria credibilità” verso chiunque! Ed in particolare affinché la messa in opera del Progetto complessivo possa affrontare i Mercati Internazionali (Istituzionali e Privati).

In queste poche settimane (massimo possono diventare due mesi) che ci dividono dal mettere “tutto a registro”, dando evidenza anche dell’epocale Carta Servizi, chi sta con il Progetto COEMM deve dire chiaramente che c’è! Come lo fanno i 20/30.000 che non hanno mai smesso di credere!

Gli altri devono riflettere su quella partecipazione valoriale che tutti dovrebbero avere (invece che far finta di averla)! verso il Progetto COEMM.

Giunti sin qui, essendo i soliti pochi a fare le donazioni di 1 Euro al mese, ma essendo aumentate a dismisura le richieste di aiuto provenienti da tutta Italia – per Giustizia e non favorire una Persona, invece che un’altra – ci vediamo costretti a fermare le nostre donazioni verso quelle tante Persone che contavano sulla nostra donazione (per pagare bollette varie e giungere a fine mese).

A questi amici in difficoltà, vogliamo far sapere che il miglior nostro aiuto arriverà presto, sotto forma di Carta Servizi.

Nel frattempo, purtroppo, se non ci sarà una crescita di classiche donazioni, dobbiamo interrompere le nostre (che scaturiscono ancora dal dignitoso e valoriale Euro mensile).

Tale fermo sarà fino a quando non riusciremo a far partire la società deputata, credibile, di cui al suddetto punto 2. (- ma alle nostre condizioni etiche -).

Le donazioni che riceviamo, ci sono indispensabili per affrontare – fino allo Start up della Carta Servizi – le spese infrastrutturali necessarie a RIMANERE AUTONOMI IN TUTTO, E NON DIVENTARE PREDA DELLE LOGICHE ECONOMICHE E FINANZIARIE ALTRUI!

Chi vuol capire quel che scrivo, saprà approvare quel che affermo; chi invece vorrà pensare ad altro, non deve far altro che accomodarsi nel “suo alveo dorato” e dimostrarmi che il suo assunto/riflessione sia più giusto di quel che stiamo affermando noi da tre anni.

Qualcuno pensa, i fatti, che basti affidarsi a qualcuno del nostro nuovo Governo Italiano, per veder risolti molti dei suoi es altrui problemi.

Io lo spero per tutti questi “Qualcuno”, ma non posso esimermi dal criticare un “contenuto politico” di cui non vedo soluzioni diffuse. Anzi, andando avanti, come vedo nel programma del nuovo Governo Italiano, mi permetto di far notare che “vedo” solo ipocrisie e “sporcizia da ramazzare sotto il classico tappeto”!

Sarò, ovviamente, ben lieto di sbagliare questa mia ipotesi e prontissimo ad “urlare ai 4 venti” che mi ero sbagliato: anche diventando il primo umile elettore di questa nuova coalizione “grillo-verde”!

Fino ad allora, però, purtroppo, sui contenuti di chi sta al vertice di questo Governo Italiano, mi viene in mente il bel proverbio di qualche brava nonna, che recita: “…il lupo perde il pelo, ma non il vizio”!

Tommaso Moro diceva:
“”””””
Che io possa avere la forza di cambiare le cose che posso cambiare, che io possa avere la pazienza di accettare le cose che non posso cambiare, che io possa avere soprattutto l’intelligenza di saperle distinguere.”
^^^^^^^

Noi siamo fatti così!
Noi Si!

P.S. Tanto a dire che, chi sta con noi, legge poco/niente di quel che scriviamo, basti dire che c’è ancora qualcuno che invia la sua donazione tramite il
Conto Corrente Bancario chiusoci da tempo!

Per ora, l’unico conto corrente ove spedire le eventuali e gradite donazioni è il seguente:
Conto corrente Banco Posta:
Associazione C.O.E.M.M.
Conto corrente 1030269672
INBAN IT96Q 0760 1020 0000 1030269672
Causale: donazione solidale al Progetto COEMM

Maurizio Sarlo 19 agosto 2018